Biomasse e rinnovabili: se ne parlerà a Cremona con BioEnergy Italy

BioEnergy-Italy-2014

Si terrà dal 5 al 7 marzo 2014 presso il complesso fieristico di Cremona Fiere, l’appuntamento più importante sul tema delle bioenergie e delle fonti rinnovabili, BioEnergy Italy, il Salone delle Tecnologie per le Biomasse e per le Rinnovabili in Agricoltura.

Giunto alla quarta edizione, BioEnergy Italy si svolge a Cremona, città al centro del più grande e importante distretto italiano per la produzione di energia da fonti rinnovabili nonché il luogo più indicato per incontrare i protagonisti del settore. Si pensi che l’area compresa tra la Lombardia e l’Emilia Romagna, conta il 52% di impianti biogas ed il 25% degli impianti fotovoltaici di tutto il nostro Paese.

IL BIOGAS. In generale, nel 2012 gli impianti di biogas agricolo in Italia sono raddoppiati rispetto all’anno precedente, così come la potenza installata, e oggi si contano 994 impianti che producono 750 MW. A giovare degli incentivi statali sono soprattutto gli impianti più piccoli realizzati da aziende zootecniche e industrie alimentari che, grazie alla disponibilità di materia prima a basso costo come reflui e scarti di lavorazione, possono produrre energia pulita ed alimentare i propri impianti.

IL FOTOVOLTAICO. Per quanto riguarda invece il comparto fotovoltaico, l’Italia è il secondo Paese al mondo dopo la Germania per capacità fotovoltaica in esercizio ed oggi sono in funzione 478.331 impianti per una potenza installata di 16.420 MW. La taglia media degli impianti fotovoltaici italiani è di 34,3 kW, e si prevede che fino al 2020 il settore crescerà con almeno 1.000 MW di potenza installata ogni anno.

Oltre al marketplace espositivo che nl 2013 ha ospitato 149 marchi e circa 10 mila visitatori, la fiera BioEnegy Italy organizza convegni e workshop (guarda la scheda tecnica) grazie alla collaborazione di realtà importanti tra cui AITA, ENEA, DGL International, Legambiente, Chimica Verde, e Confagricoltura. Gli esperti del settore si confronteranno sui temi più caldi del momento riguardo: lo sfruttamento degli scarti dell’industria alimentare, l’uso sostenibile di colture dedicate, smart grid, impianti FER, la pollina per la produzione di energia, normativa, incentivi, formazione.

Nel corso dei tre giorni verranno inoltre proclamati i vincitori dei concorso per Tesi di Laurea e di Dottorato e dei “Premi nazionali Migliori Pratiche BioEnergy 2014”; venerdì 7 infine si celebrerà la Giornata Mondiale del Mais.

Per maggiori informazioni: www.bioenergyitaly.com