Con Bicintreno, il tuo veicolo a due ruote viaggia gratis a Pasquetta

Bicintreno - Federazione Italiana Amici della Bicicletta

Ritorna domani, 9 aprile, la Giornata nazionale Bicintreno, organizzata da FIABTrenitalia, che prevede l’opportunità per  i viaggiatori di portare le biciclette gratuitamente sui treni proprio nel giorno di Pasquetta.

Questa possibilità quest’anno si estende anche sui treni di Trenord, nuovo operatore ferroviario nato dalla fusione tra Trenitalia e Le Nord.

Sul sito della Fiab sono riportate alcune tra le escursioni maggiormente interessanti bici+treno, a cui i cittadini amanti dei veicoli muscolari a 2 ruote potranno aderire.

Ecco, nel dettaglio,  una lista di dieci possibili percorsi suggeriti dalla Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB)

La ciclostrada Torino – Pinerolo – km 42
Partenza dalla stazione di Torino P.N. stazione di fine corsa dove arrivano treni da più linee. Arrivo alla stazione di Pinerolo situata sulla linea Torino P.N. – Torre Pellice. Dalla stazione di Torino P.N. si raggiunge la pista ciclabile sul Po che si risale in direzione Vallere. Dalle Vallere, sede del Parco del Po torinese, ai prosegue sempre su ciclopista per Stupinigi e quindi su viabilità minore per Voliera, Piscina e Pinerolo. Da vedere il Parco del Po, il Mausoleo della Bella Rusin, il bosco di Nichelino, la Palazzina di Stupinigi, il centro storico di Pinerolo.

Il Canale della Muzza – km 53
Partenza dalla stazione di Cassano d’Adda situata sulla linea Milano – Brescia. Arrivo alla stazione di Lodi situata sulla linea Milano – Piacenza. Da Cassano si raggiunge il Canale della Muzza che si segue quasi sempre in sede protetta fino alla Cascina Tripoli di Massalengo a soli 3 km dalla stazione di Lodi. Da vedere le opere idrauliche che regolano la portata d’acqua del canale, la tipica vegetazione della pianura lombarda, i centri storici di Cassano e Lodi.

La ciclopista dell’Adige – km 60
Partenza dalla stazione di Bolzano situata sulla linea Verona – Brennero.
Arrivo alla stazione di Trento situata sulla linea Verona – Brennero.
Dalla stazione di Bolzano si raggiunge la sponda destra dell’Adige dove si prende la ciclopista che ci condurrà fino a Trento fra vigneti ed alberi da frutto.

La Riviera del Brenta – km 50
Partenza dalla stazione di Padova situata sulla linea Venezia – Verona.
Arrivo alla stazione di Venezia Mestre situata sulla linea Venezia – Verona. Da Padova si raggiunge l’argine del canale Piovego e si pedala in direzione Noventa Padovana, si supera quest’ultima località e si giunge a Stra dove si prende la strada del Naviglio del Brenta segnalata da appositi cartelli. Da vedere le ville venete del Brenta.

Il Delta del Po – km 77
Partenza dalla stazione di Ferrara sulla linea Venezia – Bologna.
Arrivo alla stazione di Adria sulla linea Chioggia – Rovigo (situato a sua volta sulla linea Venezia – Bologna). Dalla stazione di Ferrara si raggiunge Francolino, sul Po. Si guadagna l’argine che si percorre fino ad Ariano Ferrarese dove passato il fiume ci si trova nel Polesine. Si prosegue per Corsole ed attraversato il Po di Venezia si giunge in breve ad Adria. Da vedere il centro storico di Ferrara con il Castello Estense ed i vasti panorami del Parco del Delta punteggiati da numerosissimi uccelli acquatici.

La Via Francigena da Pontremoli ad Aulla – km 26
Partenza dalla stazione di Pontremoli situata sulla linea La Spazia – Parma. Arrivo alla stazione di Aulla – Lunigiana situata sulla linea La Spezia – Parma. Da Pontremoli mantenere la destra orografica del Fiume Magra, si incontrano Talavorno, Lusuolo, Barbarasco, Terrarossa, Aulla. Da vedere i castelli di Pontremoli e Lusuolo, la fortezza Malaspina e l’Abazzia di San Caprasio di Aulla.

Il Tombolo della Feniglia – km 30
Partenza dalla stazione di Capalbio situata sulla linea Roma Termini – Grosseto. Arrivo alla stazione di Orbetello situata sulla linea Roma Termini – Grosseto. Dalla stazione di Caparbio si raggiunge l’Oasi WWF di Burano e dopo la visita si prosegue sulla strada che costeggia la ferrovia raggiungendo Ansedonia, il Tombolo della Feniglia, Orbetello e quindi Orbetello Scalo. Da vedere: Oasi WWF del Lago di Burano, la Tagliata Etrusca e lo Spacco della Regina di Ansedonia, l’antica Cosa, l’Oasi della Feniglia e la Laguna di Orbetello.

Cattedrali sul mare – km 30
Partenza da Giovinazzo situata sulla linea Bari – Foggia. Arrivo alla stazione di Trani situata sulla linea Bari – Foggia. Da Giovinazzo si pedala verso Trani toccando Molfetta e Bisceglie. Lungo il percorso si potranno visitare le Cattedrali del Romanico puglise ed alcuni dei centri storici meglio conservati; fra tutti quello di Trani, la prima storica Città marinara.

Ciclotour delle spiagge barocche – km 50
Partenza ed arrivo da/a Noto situata sulla linea Siracusa – Modica
Da Noto si segue la strada per Pachino e Portopalo di Capo Passero. Il ritorno avviene per lo stesso percorso con alcune deviazioni per vedere le spiagge della barocca Noto e l’Oasi WWF di Vendicari.

Giro del Sinis – km 74
Partenza ed arrivo da/a Oristano situato sulla linea Cagliari – Ozieri
Da Oristano dirigersi verso Cabras e quindi a San Giovanni Sinis. Ritornare indietro e prendere la strada per San Salvatore, Putzu Idu. Proseguire per Riola Sardo e Cabras, dalla quale si fa ritorno ad Oristano. Da vedere: lo Stagno di Cabras, l’antica Tharros, s’Archittu, la Penisola del Sinis.