Fine del Quinto Conto Energia: arrivano i chiarimenti del GSE

Quinto Conto Energia

Mancano circa 135 milioni per il raggiungimento della soglia di spesa prevista di 6,7 miliardi di euro annui che porteranno alla chiusura del Quinto Conto Energia;

è per questo che il GSE ha pubblicato una nota sul suo sito in cui spiega cosa succederà al raggiungimento della soglia e nel periodo successivo.

In effetti, al raggiungimento della soglia, secondo quanto conferma il GSE, il Quinto Conto Energia “cessa di applicarsi decorsi trenta giorni solari dalla data di raggiungimento del costo indicativo cumulato annuo” e avranno diritto di essere valutate le incentivazioni relative:

  1. agli impianti non soggetti all’obbligo dell’iscrizione al Registro, anche se entrano in funzione in data successiva al raggiungimento del limite imposto,  se le richieste giungono entra 30 giorni dalla data suddetta
  2. agli impianti iscritti in posizione utile nei registri, non decaduti.

Le richieste di incentivi che provengano oltre le scadenze previste e/o da canali diversi dal portale online predisposto non saranno ritenute valide.

Molto probabilmente il raggiungimento della quota di 6,7 miliardi avverà nel periodo delle elezioni politiche lasciando al futuro governo l’immediata scelta se aprire un Sesto Conto Energia o lasciare attuativa solo la detrazione Irpef per i pannelli fotovoltaici.