Inquinamento: quanto ci costa!

inquinamento autocarri

15,5 milardi di euro all’anno, tanto costa l’inquinamento all’Italia secondo l’ AEA

L’Agenzia Europea dell’Ambiente: il maggiore imputato è il trasporto su gomma che oltre a creare danni economici ai paesi europei è anche causa di gravi problemi di salute, infatti il trasporto con mezzi pesanti influisce del 50%  rispetto ai circa 100 miliardi spesi ogni anno per la salute.

L’indagine AEA ha riguardato tutta l’Europa coinvolgendo 33 città, tra queste Milano si classifica terza dopo Zurigo e Bucarest per inquinamento: i principali accusati sono camion ed autocarri per le emissioni nocive provenienti dal gasolio per cui il costo economico provocato dai soli autocarri pesa tra i 43 e i 46 miliardi di euro l’anno, quasi la metà del costo totale di 100 miliardi dell’inquinamento dell’aria in tutti i trasporti.

Il calcolo dell’impatto delle emissioni inquinanti su una popolazione è stato analizzato anche in base a parametri geografici come la presenza di zone montuose, la densità abitativa, l’apertura o meno al mare così un automezzo pesante Euro III ha un impatto in Svizzera di 0,12 euro per Km ed in Austria, Germania, Italia del 0,08 € al km; danni che si traducono anche in 3 milioni di giorni di malattia chiesti e 350.000 morti; mentre Cipro, Malta e Finlandia hanno danni pari a circa mezzo centesimo di euro.

L’indagine considera sia il NOx che il materiale particolato sottile (PM2.5), dato che questi possono provocare malattie respiratorie, malattie cardiovascolari e altri problemi di salute.

Da sottolineare comunque che gli autocarri di più recente immatricolazione come gli Euro IV (vecchi fino a sei anni) ed Euro V (vecchi fino a tre anni) creano fino a meno 40-60% di danni in meno.

Per AEA l’unica soluzione è favorire il trasporto alternativo disincentivando il trasporto su gomma con un aumento del costo dei pedaggi proporzionale alla “pericolosità” per la salute del veicolo, ipotesi già contemplata nella direttiva UE del 2011 Eurovignette.

Entro ottobre tutti gli Stati membri devono comunicare alla Commissione i modi in cui realizzeranno i pedaggi autostradali tenendo in conto i dai AEA.