Riciclo: in arrivo il bonus da spendere nei negozi per i cittadini virtuosi

Effegreen

EffegreenLa Sardegna si fa verde grazie alla campagna per la raccolta differenziata promossa da Effegreen “Io non lo Rifiuto. Io lo Riciclo®”.

Il progetto innovativo lanciato sul territorio sardo mira a divulgare la cultura della sostenibilità tra i cittadini, diminuendo i costi per le pubbliche amministrazioni e promuovendo il tessuto economico locale.

Io non lo Rifiuto. Io lo Riciclo® è infatti un sistema di raccolta premiante affiancato da una strategia di marketing non convenzionale. L’adesione porta valore aggiunto alle amministrazioni pubbliche per ragioni economiche, civiche e sociali; alle aziende, che possono così promuovere il proprio brand e fidelizzare nuovi clienti; ai cittadini perché ad ogni conferimento raccolgono punti o buoni sconto da spendere nelle attività commerciali presenti sul territorio.

Grazie al posizionamento in punti strategici dei riciclatori che compattano i rifiuti (PET, alluminio o carta), infatti, si avvia un ciclo virtuoso di raccolta che coinvolge tutti gli attori locali. Il funzionamento è tanto semplice quanto efficace: ad ogni conferimento, i cittadini riceveranno un bonus spendibile nei punti vendita aderenti al progetto, permettendo al tempo stesso al proprio Comune di incrementare la percentuale di raccolta differenziata, ridurre i costi di stoccaggio e di trasporto grazie al sistema di compattazione e risparmiare tonnellate di CO2 all’ambiente.

Il progetto è già stato avviato in numerosi comuni della Sardegna come Monserrato (capofila), San Sperate e Burcei che, in questo modo, si portano al passo con le grandi realtà del resto dell’Europa, territori in cui questo sistema è attivo e funzionante ormai da anni. Questa settimana, inoltre, Io non lo Rifiuto. Io lo Riciclo® ha ricevuto il patrocinio della Provincia di Cagliari, a conferma della validità del lavoro svolto finora. Effegreen, azienda sarda giovane e dinamica, è stata la prima a portare questa innovativa
soluzione dell’isola, grazie anche al fondamentale appoggio di Eurven, leader internazionale del settore.