Topten: la guida per scegliere gli elettrodomestici risparmiando e salvaguardando l'ambiente

elettrodomestici-alta-efficienzaGli elettrodomestici ci semplificano la vita, ci fanno risparmiare tempo e fatica e dunque appare sempre più importante scegliere  un prodotto che consenta di ridurre i costi e i consumi energetici.

Il WWF è corso in aiuto del consumatore al fine di orientarlo in una scelta degli elettrodomestici indirizzata verso una migliore efficienza energetica. Ha pubblicato sul sito Topten una guida del tutto gratuita sui migliori apparecchi elettrici presenti in commercio, realizzata grazie al programma Intelligent Energy for Europe della Commissione Europea. La guida consente di effettuare un confronto classificando secondo dei parametri qualitativi e sulle prestazioni, gli elettrodomestici che consumano di meno, con conseguente minore impatto sia sulla bolletta elettrica sia sull’ambiente. Gli utenti che accederanno al sito potranno visionare quali siano i 10 prodotti più efficienti, all’interno di una lista suddivisa in ben 11 categorie e 50 sottocategorie, spaziando dai frigoriferi alle lavastoviglie, dall’illuminazione ai prodotti per gli uffici.

Tra i parametri indicati nella guida, consultata già da oltre 3 milioni e mezzo di persone, troviamo la classe energetica, l’indice di efficienza energetica, i costi energetici stimati per l’intera vita del prodotto, i consumi di acqua, la rumorosità e le caratteristiche tecniche del prodotto.

Per capire al meglio apprezzandone l’iniziativa, basti pensare che un frigorifero di classe energetica A+++ consuma 132 kWh/anno contro i 365 kWh/anno di un frigo di classe A, tradotto in un risparmio complessivo di 630 € nell’arco di 15 anni. Una lavatrice da 5 Kg di classe A+++ consuma 128 kWh/anno rispetto ad una di classe A che consuma 250 kWh/anno con risparmio di 269 € in 15 anni.

L’acquisto di un elettrodomestico al alta efficienza energetica, non è tuttavia sufficiente a salvaguardare il nostro Pianeta, è fondamentale che si modifichino i comportamenti dell’uso quotidiano del prodotto, ciò consentirebbe un reale risparmio dei consumi energetici ed economici oltre il 30%.