Il Giro d'Italia delle buone pratiche premia la "produzione pulita"

zero-waste-giro-italiaL’instancabile Danilo Boni è già da sette giorni in sella alla bicicletta elettrica Frisbee della TC Mobility, sponsor ufficiale del Giro d’Italia delle buone pratiche a Rifiuti Zero, con la quale sta portando la nomination alle aziende che si sono distinte per il loro impegno nel promuovere processi di “produzione pulita”, sia nell’organizzazione del sistema di gestione dei rifiuti che nell’accettazione dei prodotti restituiti e dei rifiuti che restano dopo il loro utilizzo.

Dalla sua partenza, il 27 maggio, già tre aziende hanno ricevuto la nomination: Carlsberg Italia (con sede a Milano), Effecorta (negozio di prodotti sfusi alla spina e filiera corta sempre a Milano) e l’Hotel Ristorante alla Campagna, in provincia di Verona.

Con queste prime nomination emerge la diversità delle imprese a Rifiuti Zero, all’interno delle quali troviamo grandi aziende come la Carlsberg con oltre 300 addetti, ma anche consorzi, medie e piccole imprese, che vanno dal settore commerciale a quello alberghiero, passando per molte altre realtà che si riveleranno nel corso del Giro d’Italia.

Mentre Danilo Boni prosegue il suo Giro, continuano le iniziative parallele al tour. Il 6 giugno Ercolini parteciperà all’incontro “Da rifiuto a risorsa, esempi di buone pratiche a Rifiuti Zero”. Nel corso di questo evento, che si svolgerà a partire dalle ore 15:30 presso l’Aula Magna della Scuola di Agraria dell’Università di Firenze, verranno presentati la convenzione tra l’Università di Firenze e il Centro di Ricerca Rifiuti Zero del Comune di Capannori e il progetto della start-up Funghi Espresso di Antonio Di Giovanni e Vincenzo Sangiovanni.

Domani, sabato 7 giugno, Ercolini, Boni e Di Giovanni, incontreranno a Sesto Fiorentino il Coordinamento dei Comitati della Piana Prato, Firenze, Pistoia che si batte contro l’inceneritore di Case Passerini. A Firenze, sempre il sabato 7 giugno, ci sarà la Pedalata per la Sostenibilità: ritrovo alle ore 15 presso il Giardino Fortezza da Basso per poi partire alle ore 17 da Firenze all’Oasi del WWF di Focognano, comune di Bagno a Ripoli, nei pressi del luogo scelto per la costruzione dell’inceneritore di Case Passerini.

Il biker Danilo Boni proseguirà da Greve in Chianti, domenica 8 giugno, la sua discesa verso il sud Italia per poi tornare in Toscana, più precisamente a Capannori (LU) per la premiazione finale il 21 giugno.