Erosione delle coste: le misure del Governo

erosione“Coadiuvare a livello nazionale gli interventi locali per contrastare il fenomeno dell’erosione delle nostre coste, anche attraverso l’istituzione di un tavolo nazionale. Una ricognizione mirata sulla situazione delle coste italiane, dei progetti in corso, delle norme e delle conoscenze tecniche e scientifiche esistenti. Valutare una proposta comune per accedere ai fondi strutturali messi a disposizione, su questo tema, dall’Unione Europea”.

Sono questi i principali obiettivi scaturiti dall’incontro tra il Sottosegretario all’Ambiente, Silvia Velo, le Regioni costiere e Ispra tenutosi presso il Ministero dell’Ambiente.

Si tratta di un’iniziativa – come ha sottolineato il Sottosegretario Velo – che rientra nell’ambito delle politiche per il Mare che il Ministero dell’Ambiente sta portando avanti attraverso l’attuazione della Strategia Marina.

Su 8200 km di costa, sono ben 2400 quelli interessati dal fenomeno dell’erosione. E, poiché una superficie di spiaggia di 10 ettari, grazie alle attività del settore balneare, produce in un anno in media un valore di 3 milioni di euro, si può comprendere la portata delle ricadute economiche, oltre che ambientali, che possono avere questi interventi.

È’ stato un incontro molto positivo, in cui abbiamo condiviso la necessità di sviluppare contro il fenomeno dell’erosione costiera interventi mirati ed eco-sostenibili, evitando inutili soluzioni tampone e di carattere sporadico – ha concluso il Sottosegretario Silvia Velo.