SkyBender, la tecnologia 5G di Google che sfrutta l'energia solare

skybender-drone-solaire-5G-660x323

La nuova connettività 5G è alle porte: Google sta testando un sistema che renderebbe internet quaranta volte più veloce dell’attuale tecnologia 4G. Si chiama SkyBender ed è il progetto segreto dal nome in codice che sfrutta i droni per produrre una connessione ad altissima velocità utilizzando naturalmente l’energia prodotta dal sole.

La notizia arriva dal The Guardian. Il quotidiano britannico ha svelato che i primi test sarebbero in corso presso il cosmodromo Spaceport America, nel New Messico. Con questo sistema, la tecnologia 5G arriverebbe dunque dal cielo. Per realizzare la nuova tecnologia, Google si servirà di un velivolo chiamato Centaur e dei droni a energia solare realizzati da Google Titan.

Il colosso di Mountain View avrebbe costruito diversi prototipi di ricetrasmettitori sperimentati l’estate scorsa e attualmente sta avviando test su più droni per valutare l’efficacia di questo sistema. L’ambizioso progetto SkyBender, si legge, starebbe utilizzando i droni per sperimentare le trasmissioni radio a onde millimetriche ad alta frequenza (286Hz), una tecnologia molto avanzata che potrebbe diventare il futuro della connessione wireless.

«L’enorme vantaggio delle onde millimetriche è l’accesso al nuovo spettro perché lo spettro cellulare esistente è sovraffollato», ha  spiegato Jacques Rudell, professore di ingegneria elettrica dell’Università di Washington a Seattle, specializzato in materia.

Ma le difficoltà non mancano. Una connessione che sfrutta le onde millimetriche, infatti, ha una distanza più breve rispetto a un segnale 4G e potrebbe svanire molto facilmente. Questo il motivo per cui il gigante tecnologico sta lavando ad altre trasmissioni che rendano il sistema più dettagliato.