Panchine fotovoltaiche e App trova-parcheggio: Trento è la prima Smart City d’Europa

trento_smart_cityLe panchine fotovoltaiche intelligenti, l’ app per monitorare i bambini mentre vanno a scuola e la sanità “multimediale” che consente a chiunque di consultare referti medici con un click, fanno di Trento una delle cinque città più smart di tutto mondo.

Trento è stata incoronata la prima vera città intelligente d’Europa, l’unica ad essere stata riconosciuta ufficialmente come Smart City dallo IEEE (Institute of Electrical and Electronics Engineers).

Dal 10 al 15 settembre la città ospiterà la Smart City Week 2016, evento che radunerà i principali attori del settore nel corso di tavole rotonde, workshop e approfondimenti scientifici sulle ultime innovazioni per le città intelligenti del futuro.

Le caratteristiche delle Smart City contribuiscono a migliorare la qualità della vita dei cittadini e a incrementare la sostenibilità ambientale delle città. Trento si sta impegnando molto per la cura del verde pubblico e per la sicurezza dei cittadini, grazie all’introduzione di tecnologie innovative ideate per essere al servizio del cittadino e migliorare la qualità della pubblica amministrazione.

Come ad esempio le panchine fotovoltaiche: installate nei parchi pubblici,  consentono di ricaricare gratis il proprio smartphone ma, in contemporanea sono in grado di monitorare le condizioni meteorologiche ed anche i livelli di inquinamento dell’aria.

Il TreC, invece, è una piattaforma elettronica pensata per la pubblica sanità: i cittadini possono consultare i referti medici online, le ricette mediche, pagare prestazioni sanitarie e tenere sotto controllo il proprio stato di salute. Il Trec Diabete è invece una app in via di sperimentazione che consentirebbe al medico di individuare in tempo reale i picchi glicemici e gli alimenti ingeriti dal malato.

Per i genitori ci sono la TrecLifeStyle, che li aiuta nelle scelte alimentari salutari per i propri figli, e un sistema di monitoraggio per controllare i bambini mentre vanno a scuola.

In fase ancora sperimentale due app che consentono una di individuare posti auto liberi evitando così la snervante ricerca, e di pagare il ticket con un semplice click.