Fare Verde pulisce le spiagge italiane dalla plastica

bandiera ass. fare verde

“Il mare d’inverno” giunge alla XXVI edizione.

L’appuntamento per ripulire le spiagge d’Italia dal nemico numero uno, la plastica, è fissato per domenica 29 gennaio.

Non a caso, lo slogan della manifestazione quest’anno è “difendi il tuo mare da un mare di plastica”. Su www.fareverde.it è disponibile l’elenco completo delle spiagge in cui sarà presente l’associazione.

“Le spiagge italiane sono aggredite da tanti tipi di rifiuti – dichiara il presidente nazionale di Fare Verde, Francesco Greco – abbandonati dai bagnanti o portati sull’arenile dalle mareggiate. Da ventisei anni i volontari di Fare Verde, ogni ultima domenica di gennaio, si recano sulle spiagge italiane per pulirle, facendo un censimento dell’immondizia che inquina l’ambiente e danneggia gravemente la fauna marina. In questa “hit parade” dei rifiuti spicca la plastica, che sull’arenile si presenta in pezzi, spesso piccolissimi, che sono mangiati dai pesci e finiscono sulle tavole degli italiani.”

La produzione mondiale di plastica è cresciuta a dismisura: dai 15 milioni di tonnellate annue del 1964 si é passati ai 311 del 2014. Una cifra spaventosa, con un consumo incredibile di petrolio e l’invasione ovunque di bottiglie e contenitori in plastica.

Come risolvere questo problema della plastica?

Per Fare Verde il Governo deve avviare una seria politica di riduzione dei rifiuti e tassare i prodotti non riutilizzabili. Le amministrazioni locali possono eliminare le stoviglie monouso dalle mense scolastiche e incentivare la distribuzione dell’acqua alla spina.

I cittadini possono evitare l’acquisto di bottiglie in plastica scegliendo quelle in vetro e delle stoviglie “usa e getta” preferendo quelle riutilizzabili.