World Urban Forum VI, il "futuro della città"…a Napoli

World Urban Forum VI

Dopo la presentazione dello scorso 11 giugno a Castel dell’Ovo, si avvicina la VI edizione del World Urban Forum, che si terrà a Napoli presso la Mostra d’Oltremare dal 1° al 7 settembre.

Il programma ufficiale del Forum, che avrà come tema principale “Il futuro della città”, illustrato in fase di presentazione da Joan Clos, Sottosegretario delle Nazioni Unite e Direttore Esecutivo di UN-Habitat, Staffan de Mistura, Sottosegretario del Ministero degli Affari Esteri, Stefano Caldoro, Presidente della Regione Campania e Luigi de Magistris, Sindaco di Napoli, seguirà quattro filoni di discussione all’attenzione del dibattito internazionale:

  • Pianificazione urbana: Istituzioni, Normativa e Qualità della vita,
  • Equità e Prosperità delle Città: distribuzione della ricchezza ed opportunità,
  • Produttività della Città: città innovative e competitive,
  • Mobilità urbana, Energia e Ambiente.

Istituito da UN-Habitat, l’Agenzia delle Nazioni Unite per gli Insediamenti Umani con sede a Nairobi, il World Urban Forum ha infatti l’obiettivo di esaminare il fenomeno della rapida urbanizzazione, allo scopo di poter trovare nuove soluzioni atte a migliorare la qualità di vita di tutti i cittadini del mondo, intesa sia come benessere economico ma anche come realizzazione personale, all’insegna di un approccio integrato di sviluppo urbano sostenibile.

Attesi presso il “villaggio internazionale”, che sarà ospitato presso la Mostra d’Oltremare, circa 5000 delegati, 3000 già confermati provenienti da 114 paesi del mondo. Oltre alle quattro principali sessioni del Forum, previsti 120 eventi di networking, 12 tavole rotonde e 20 seminari di formazione. Inoltre, una grande area espositiva, composta da stand tematici realizzati in collaborazione con università partner, istituzioni dei governi locali, organizzazioni non governative e settore privato, sarà aperta al pubblico sin dal 1° settembre, pubblico che verrà coinvolto attivamente attraverso manifestazioni, mostre, assemblee, spettacoli serali e tanti altri eventi collaterali.

Il World Urban Forum rappresenta una grande opportunità per la nostra città. Quest’edizione sarà la prima a lasciare nel paese ospitante, forse proprio nella città di Napoli, un segno tangibile del suo passaggio, grazie a un progetto di riqualificazione urbana, che prenderà le mosse dalle istanze e dalle sollecitazioni proposte durante l’evento e sarà ispirato alle soluzioni elaborate durante le varie sessioni di lavoro.

Inoltre, da circa un mese è all’opera una macchina organizzativa che sta promuovendo il coinvolgimento delle realtà territoriali tramite un dibattito in linea su www.worldurbanforum.org, vera e propria piazza virtuale per permettere a tutti, anche a coloro i quali non potranno venire a Napoli, di dare contributi e formulare pareri sui temi del Forum, affinché possano essere incorporate nelle discussioni delle sessioni di lavoro.

Maria Serena Scafuri