Il Vice Sindaco Sodano interviene sulle tematiche ambientali che riguardano la città

tommaso sodano in commissione ambiente

Diversi i punti affrontati dal Vice Sindaco e Assessore all’Ambiente Tommaso Sodano in Commissione Ambiente, presieduta da Marco Russo. Si è parlato, infatti, delle condizioni dell’area di piazza Carlo III, verso le quali l’omonimo Comitato civico presieduto da Antonio Provitera aveva richiamato l’attenzione nei mesi scorsi, dello spazzamento delle strade e infine della realizzazione di impianti di compostaggio in città, con alcuni passaggi interessanti sulla raccolta differenziata porta a porta.

In merito alle tematiche di piazza Carlo III, il Vice Sindaco ha riepilogato gli interventi già fatti sulle aree verdi, ad esempio con la rinfoltitura delle aiuole, mentre, grazie al contributo dei servizi sociali e della Polizia Municipale, si è deciso di trovare una sistemazione ai senza fissa dimora che occupavano i medesimi spazi. Nonostante sia stata effettuata la pulizia delle caditoie, restano comunque da risolvere, ha aggiunto Sodano, i problemi della riparazione dei sifoni, a cura della manutenzione stradale, e quello dell’inquinamento acustico generato dall’operazione di travaso dei rifiuti che l’ASIA opera nelle prime ore del mattino in Piazza Carlo III e che aveva provocato diverse proteste da parte dei residenti. La probabile soluzione potrebbe consistere nello spostamento delle operazioni in un alto luogo, lontano dalle abitazioni, indicato dal Vice Sindaco in Via Santa Maria del Pianto o in alternativa in un’area cantiere della SEPSA.

Dopo i numerosi interventi dei consiglieri comunali presenti in Commissione sugli argomenti relativi allo spazzamento delle strade e agli impianti di compostaggio, Il Vice Sindaco Sodano ha annunciato che diversi incontri si sono tenuti nei giorni scorsi con gli enti della Regione e della Provincia anche per valutare i cambiamenti che subentreranno con l’istituzione della Città metropolitana sul ciclo dei rifiuti. Si è discusso, inoltre, della definizione degli ambiti ottimali che dovrà esser fatta dalla Regione e che probabilmente porterà a suddividere la nuova Città metropolitana in 3 ambiti: uno per la città di Napoli e due per la Provincia.

Sul compostaggio, il Vice Sindaco Sodano ha posto l’accento sulla necessità di realizzare almeno un impianto per completare il ciclo dei rifiuti, risparmiando così gli onerosi costi che lo smaltimento dell’umido comporta. Sodano, ha però tenuto a precisare che parlare di  impianto di compostaggio è sbagliato e può risultare fuorviante poiché quello che il Comune ha intenzione di realizzare è un gestore anaerobico, una struttura compatta le cui operazioni non producono odori ed hanno bassissimo impatto ambientale.

Il Vice Sindaco ha aggiunto che un altro contributo ad aumentare il carico di umido da smaltire sarà fornito dall’estensione della differenziata porta a porta ad ulteriori 200mila abitanti della città nel 2013, che comporterà un aumento della produzione di umido dalle circa 20-25mila tonnellate attuali fino a 50mila tonnellate. La città di Napoli, inoltre, produrrà a regime ben150mila tonnellate, condizione che comporterà l’esigenza di avere in un futuro non troppo lontano tre impianti: oltre a quello previsto a Scampia, infatti, saranno ubicati sul territorio cittadino altri due impianti, rispettivamente a Napoli Est e a Napoli Ovest.

Sul problema dello spazzamento, ultimo argomento della lunga riunione consiliare, il Vice Sindaco ha ricordato le difficoltà con le quali ASIA convive, in particolare per la carenza di risorse economiche e per l’impossibilità di far fronte all’esiguità e all’anzianità dell’organico con nuove assunzioni. L’ASIA, infatti, deve portare avanti le operazioni di spazzamento, nonché di raccolta dei rifiuti differenziati e non, con il personale a disposizione, ottimizzandone l’utilizzo. Uno dei provvedimenti previsti in tal senso riguarda la riorganizzazione degli interventi con l’utilizzo del “monoperatore” per la raccolta, mentre presto almeno una delle spazzatrici meccaniche sarà finalmente operativa. Imminente, infine, la definizione di un programma di interventi periodici, area per area, la cui realizzazione sarà possibile con il contributo dei vigili urbani, che provvederanno ad evitare la sosta delle auto nelle aree interessate alla pulizia.

In conclusione, il Presidente Russo ha annunciato che chiederà al Presidente ASIA Raffaele Del Giudice un nuovo incontro sul tema dello spazzamento: serve, infatti, una veloce definizione della cosiddetta “mappa dello spazzamento” zona per zona che consentirà un’informazione costante e precisa, rivolta al Comune e ai cittadini, sugli orari e sui turni dello spazzamento delle singole strade.