Vera pelle di coniglio per il tabellone pubblicitario della "Rabbit Pizza"

rabbit hell pizza

rabbit hell  pizza

Una catena di pizzerie neozelandese, in occasione delle festività pasquali, ha realizzato un cartellone pubblicitario con 550 pelli di coniglio per promuovere la “rabbit pizza”, in cui l’ingrediente principale è proprio il coniglio.

L’agghiacciante e macabra trovata pubblicitaria è della Hell Pizza di Auckland che ha invaso la città di manifesti ricoperti di pelliccia di coniglio, sottotitolati dallo slogan “Rabbit Pizza. Fatta con vero coniglio, come questo cartellone”.

La New Zealand Vegetarian Society non ha apprezzato la disgustosa trovata pubblicitaria ed è subito corsa in difesa dei poveri conigli dichiarando, provocatoriamente, che se da una parte la pubblicità è stata considerata offensiva da molti, dall’altra però potrebbe avere un ‘effetto collaterale’ positivo, invitando a riflettere con attenzione sul cibo che mangiamo e sugli stili di vita adottati.

A seguire la tempesta di commenti negativi sulla propria pagina Facebook: “Mi sembra una cavolata. La vostra azienda è una totale vergogna, immorale e sull’orlo della disperazione per voler utilizzare una così vile forma di pubblicità che utilizza dei conigli morti. Non vendete abbastanza? Beh non credo che ora cambierà qualcosa !” ha dichiarato Rose. “Ma avete perso la testa?” continua Daniela “è una pubblicità assolutamente ripugnante” scrive Steph.

La Hell Pizza si è giustificata affermando che “Oltre ad avere una carne molto deliziosa ed essere carini, i conigli sfortunatamente sono anche un noto parassita che sta danneggiando l’ambiente della Nuova Zelanda, in particolare nell’Isola del Sud”. I conigli, introdotti in Nuova Zelanda nel XIX secolo, sono infatti considerati una specie invasiva soprattutto dagli agricoltori e, secondo il direttore generale Ben Cumming, la carne di coniglio è una delle più sane e gustose in circolazione e mangiarla vuol dire fare un “atto eco-sostenibile”. Inoltre, ha rassicurato i propri clienti fedeli specificando che le pelli di coniglio sono state recuperate da aziende di trasformazione delle carni locali, dove rappresentano un sottoprodotto della lavorazione, mentre “le nostre pizze sono fatte esclusivamente con coniglio selvatico”.

Già in passato la Hell Pizza si è contraddistinta per pubblicità shock ed eticamente incorrette e provocatorie, come nel caso dell’hamburger crocifisso sottotitolato dallo slogan “Per un periodo di tempo limitato. Un po’ come Gesù”. In ogni caso, i neozelandesi non amano moltissimo i conigli e, proprio nel periodo Pasquale, nel paese ricorre Great Easter Bunny Hunt, la caccia al coniglio annuale del Venerdì Santo, in cui ogni anno in media muoiono in meno di 24 ore 10 mila conigli.